Nel Sud della Francia, tra le rosse rocce del Massiccio dell’Esterel e il blu intenso del mare della Costa Azzurra, si snoda una delle strade più belle di tutta Europa, la Corniche d’Or. Questa strada costiera, che collega Cannes a Saint-Raphael, vi porterà alla scoperta della parte più selvaggia e autentica della Costa Azzurra, caratterizzata da scogliere di roccia rossa, piccole spiaggette e meravigliose calanche. 

 

La Corniche d’Or è una strada panoramica costiera di circa 30 km che collega Théoule-sur-Mer a Saint-Raphael. Percorrendo la Coniche d’Or si resta esterrefatti dalla bellezza del paesaggio circostante: nella verde cornice dei pini marittimi, le rocce rosse del Massiccio dell’Esterel si estendono lunga la costa, fino a tuffarsi nel blu intenso del mare. Lo spettacolo cambia ad ogni ora del giorno: all’alba l’Esterel si tinge di rosa, durante il giorno si colora di un rosso molto intenso e al tramonto le sfumature arancioni fanno riflettere la roccia nel mare cristallino. 

 

[ La roccia rossa del Massiccio dell’Esterel ]

 

LA CORNICHE D’OR E LE SUE CALANCHE

La Costa Azzurra ha sempre attirato molti visitatori ma la maggior parte di essi ha sempre preferito trascorrere le vacanze nelle mete turistiche più gettonate, ignorando la bellezza di alcune località meno conosciute. Fu così che per valorizzare anche la zona costiera compresa tra Cannes e Saint-Raphael, nei primi del Novecento il Touring Club francese decise di costruire una strada panoramica, la Corniche d’Or. 

Ciò che rende unica questa parte della Costa Azzurra è l’assenza di immensi spiaggioni con lettini e ombrelloni: qui le spiagge sono abbastanza piccole, e ci sono tantissime calanche incastonate tra le rocce rosse del Massiccio dell’Esterel, raggiungibili solo a piedi. Alcune di queste spiagge sono ideali per le famiglie in quanto facilmente accessibili dalla strada, altre invece, come le calanche più piccole, sono più difficili da raggiungere e sono ideali per chi è sempre alla ricerca di luoghi insoliti e poco frequentati.

 

[ Scorci lungo la Cornice d’Or ]

 

DINTORNI DI AGAY

Queste spiagge e calanche si concentrano nella zona intorno ad Agay, località turistica che si sviluppa sulle pendici dell’Esterel. La baia di Agay si caratterizza per una grande spiaggia di sabbia ma basta allontanarsi dal centro abitato per trovare alcune calanche di roccia rossa e spiagge più piccole: la Baumette è una sottile striscia di spiaggia che si affaccia sull’omonimo faro, ideale per le famiglie perché di facile accesso dalla strada. Poco distante si trova infatti un parcheggio con un piccolo monumento dedicato al Piccolo Principe (si presume che proprio nella baia di Agay affondò l’aereo del celebre scrittore Antoine de Saint-Exupery).

[ La spiaggia della Baumette ]

 

VERSO THEOULE-SUR-MER

Verso Théoule-sur-Mer si trovano diverse calanche di sabbia e ciottoli rossi facilmente accessibili, come per esempio la Calanque des Anglais e la Calanque de Maubois, adatte soprattutto alle famiglie. Se invece cercate delle calanche più piccole e selvagge, ci sono la Calanque l’Ile des Vieilles (zona Anthéor), la Calanque d’Anthéor e la Calanque de la Baumette, poco distante dall’omonima spiaggia.

 

[ Calanque de Maubois ]

 

[ Calanque d’Anthéor ]

 

VERSO SAINT-RAPHAEL

Verso Saint-Raphael, nella zona del Dramont, ci sono altrettante spiagge meravigliose. Poco distante da Agay c’è la spiaggia di Camp Long (o Tiki Plage), che si trova in una bellissima conca tra le rocce rosse, facilmente accessibile e ideale anche per le famiglie. Da qui parte una piacevole passeggiata che permette di accedere a calanche minori oppure tuffarsi direttamente dagli scogli rossi! 

 

[ La spiaggia di Camp Long al tramonto ]

 

Sempre verso Saint-Raphael, c’è la famosa Plage de Debarquement: qui nel 1944 sbarcarono gli alleati, come ricorda la stele commemorativa. Sebbene non sia una delle mie preferite, questa spiaggia si affaccia sulla caratteristica Ile d’Or, uno scoglio dove si trova una piccola torre in stile medievale. Quest’isoletta è famosa per essere uno dei simboli della costa e perché pare che il celebre scrittore Hergé dopo aver visto l’Ile d’Or scrisse il libro “Tin Tin e l’isola nera”.

 

[ Le Dramont, con vista sull’Ile d’Or ]

 

E’ nel piccolo paesino di Boulouris che ci sono a mio avviso le spiagge più belle (devo ammettere che ho un legame particolare con questo posto e lo porto nel cuore da quando sono piccola). La costa di Boulouris è caratterizzata da piccole spiagge e scogli di roccia rossa: queste spiaggette un tempo erano private ma a partire dagli anni Settanta sono diventate accessibili a tutti.

Per gli amanti dei luoghi insoliti e delle camminate, c’è una stupenda passeggiata che si snoda tra gli scogli lungo al mare che dalla spiaggia di Santa Lucia porta fino alla Plage de Debarquement di Agay, attraversando tantissime suggestive calanche. Dal porto invece, tramite una passeggiata più breve, si può raggiungere Plage de la Tortue (la mia preferita): si tratta di una piccola spiaggetta vicino al una bellissima villa circondata dagli scogli rossi e sabbia naturale. 

 

[ Plage de la tortue, a Boulouris ]

 

Dopo Boulouris si raggiunge Saint-Raphael, dove finisce la Corniche d’Or. A Saint-Raphael iniziano a scomparire le rocce rosse del Massiccio dell’Esterel e ricompaiono ampie spiagge di sabbia. Saint-Raphael è ideale per chi ama la vita notturna. Durante i mesi estivi, tutte le sere ci sono numerosi eventi e vengono allestite le bancarelle e da qualche anno anche una magnifica ruota panoramica. 

 

[ Saint-Raphael ]

 

Per maggiori informazioni sulla zona dell’Esterel in Costa Azzurra: www.esterel-cotedazur.com.

 

 

 

 

 



Scopri le altre bellezze della Provenza!


 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *