La festa della lavanda in Provenza

La festa della lavanda in Provenza

pubblicato in: EUROPA, Francia | 6

Se state organizzando un viaggio nel Sud della Francia, fatelo durante i mesi estivi: in questo periodo dell’anno, nell’Alta Provenza, fiorisce la lavanda.

La fioritura di questa pianta aromatica è uno dei fenomeni naturali più belli che interessano la regione francese: i campi, che si estendono a perdita d’occhio, si colorano di blu e viola intenso, creando dei paesaggi spettacolari!

 

Campi di lavanda e girasoli

 

Per valorizzare il territorio e permettere ai visitatori di godersi al meglio lo spettacolo della fioritura, nel 1996 l’ente del turismo francese ha mappato la Route de la Lavande (Strada della Lavanda), che comprende una serie di itinerari che si snodano tra i vari paesini provenzali, nella cornice dei campi di lavanda in fiore.

Nell’Altopiano del Luberon, dove la coltivazione della lavanda è più diffusa, la fioritura va da giugno ad agosto: nelle zone collinari termina i primi di luglio; man mano che si sale di altitudine invece, la raccolta si fa in estate inoltrata.

La lavanda viene coltivata per fini industriali ed è utilizzata in diversi settori, soprattutto in quello medico e in quello cosmetico. E’ proprio nella zona del Luberon che la produzione è diffusissima e al termine della raccolta in diversi paesi si svolgono sagre in onore di questo profumatissimo fiore.

Campo di lavanda

 

Da tempo desideravo trascorrere qualche giorno nell’Alta Provenza per ammirare la fioritura, così due anni fa sono stata a Sault, mentre l’anno scorso sono andata a Valensole, in entrambi i casi in occasione della festa della lavanda. In tutti i paesini dell’Altopiano del Luberon viene celebrata questa festa e se siete interessati ad avere maggiori informazioni sulle date potete consultare la pagina www.provenzafrancia.it.

 

Valensole

Tipico paesino provenzale di 2000 abitanti, viene considerato la capitale della lavanda: ogni anno, nel mese di luglio, i visitatori si recano qui per fotografare i campi in fiore che, insieme ai girasoli e ai campi di grano, creano scenari unici!

Senza ombra di dubbio la festa della lavanda più conosciuta è proprio quella di Valensole, che viene celebrata a fine luglio (per info sulle date: www.valensole.fr).

In questo giorno di festa, il paesino prende vita: i produttori locali espongono i lori prodotti, le porte e le finestre delle case sono addobbate con rametti di lavanda e ovunque si respira un’atmosfera di festa.

 

Case addobbate con la lavanda

 

Tra i diversi eventi che vengono organizzati è possibile fare un giro in elicottero per ammirare dall’alto i campi fioriti!

L’organizzazione dell’evento è impeccabile, ci sono diversi punti di ristoro in ogni angolo del paese, servizi igienici e navette gratuite che forniscono un efficiente collegamento tra i parcheggi e il centro di Valensole.

Essendo la festa della lavanda più conosciuta e popolare, partecipano davvero tante persone, e non è difficile vedere pullman pieni di visitatori, per questo è consigliabile arrivare in mattinata, in modo da godersi la festa con calma.

 

Sault

Personalmente ho apprezzato di più la festa di Sault, un paesino ancora più piccolo di Valensole, sulle sponde del Mont Ventoux. Nella zona di Sault (a 760 m slm) la lavanda fiorisce a luglio e viene raccolta ad agosto, e la festa viene celebrata il 15 agosto di ogni anno.

 

Sault

 

La festa si svolge principalmente nell’ippodromo di Sault che si può facilmente raggiungere a piedi. Qui, sotto l’ombra di alti pini marittimi, vengono allestiti i banchetti dei produttori locali che vendono prodotti a base di lavanda, come profumi e saponi. In mattinata si svolge una competizione molto particolare, durante la quale i concorrenti si sfidano nel taglio della lavanda. Ad ogni concorrente viene assegnata una fila di piante di lavanda che deve essere tagliata usando una piccola falce e quella tagliata viene raccolta prima in un sacco bianco avvolto intorno al corpo e poi in un grosso sacco di iuta; allo scadere del tempo, con una bilancia vengono pesati i sacchi e vince il concorrente che ne ha tagliata di più.

 

La gara del taglio della lavanda

 

Oggi la lavanda viene tagliata con trattori e questa competizione è una bella occasione per osservare come veniva raccolta anni fa.

Terminata la gara, chi lo desidera può prendere la lavanda che è stata tagliata e portarla a casa.

Da non perdere è la sfilata che si svolge dopo la competizione: gli abitanti di Sault sfilano in abiti tradizionali provenzali e il gruppo folkloristico danza al ritmo delle canzoni suonate dalla banda. Partecipano al corteo anche carri pieni di lavanda, cavalli e biciclette d’epoca. I modi di vivere, gli usi e i costumi della tradizione provenzale vengono tramandati ai più giovani, che partecipano con entusiasmo all’evento.

 

Senza titolo-3_risultato

 

Nel pomeriggio, nel borgo di Sault la festa continua con banchetti, ristoranti e negozi aperti.

 

Alcuni consigli:

  • Alzarsi presto o dormire nelle vicinanze: la festa della lavanda è un evento che ogni anno attrae numerosi visitatori. Cercate di raggiungere la località di vostro interesse di buon’ora in modo da evitare la confusione. Se decidete di pernottare, ricordatevi di prenotare con largo anticipo: i bed & breakfast e gli hotels sono pochi!
  • Assaggiare il gelato alla lavanda: ebbene sì, esiste il gelato alla lavanda e la festa della lavanda è un’occasione perfetta per provarlo!
  • Prodotti da acquistare: innanzitutto l’olio essenziale di lavanda. Questo olio offre numerosi benefici: può essere utilizzato per infiammazioni o scottature della pelle, per decontrarre i muscoli e addirittura come rimedio per il mal di testa. Anche il sapone è un acquisto che non può mancare. Infine, il miele di lavanda: ha un gusto molto delicato e, oltre ad essere un efficace rimedio contro il mal di gola, è un buon rimedio contro lo stress.

saponi

  • Visitare una distilleria: lungo tutta la Route de la lavande ci sono diverse distillerie che si possono visitare. La visita guidata vi permetterà di imparare a distinguere i diversi tipi di lavanda, i vari usi che ne vengono fatti e vedere come avviene il processo di trasformazione della lavanda in olio essenziale. Se siete appassionati della marca di cosmetici “Occitane”, vicino a Valensole c’è l’Usine (la fabbrica) dove vengono organizzate visite guidate e i prodotti sono venduti a prezzo di fabbrica.
  • Perdersi in un campo di lavanda: appena raggiungete la zona di Valensole o di Sault non fermatevi al primo campo di lavanda che trovate sulla strada. Proseguite, percorrete stradine sterrate e troverete i campi di lavanda più belli! Potrete trascorrervi tutto il tempo che desiderate ma ricordatevi che chi coltiva questi campi ci dedica tempo e molto altro, quindi usiamo il buon senso e cerchiamo di essere rispettosi.
  • Non raccogliere la lavanda: la tentazione può essere forte ma come ho detto sopra, gli abitanti della zona coltivano la lavanda impiegando tempo e risorse, per cui non bisogna strappare la lavanda, anche perché in questo modo la pianta viene danneggiata. Durante la festa, molti banchetti vendono rametti di lavanda secca e al termine della gara del taglio, la lavanda può essere presa e portata a casa.

 

Campi di lavanda

 

Scopri anche: WEEKEND ALLA SCOPERTA DEI BORGHI Più BELLI DELLA PROVENZA

IL COLORADO PROVENCAL


 

 
Share

6 Risposte

  1. Waaaaa!!! Che bello! E quante informazioni utili! Mi piacerebbe un sacco fare un viaggio in Provenza ma a luglio ancora lavoro..:( magari l’anno prossimo riuscirò ad organizzare.

  2. La lavanda in fiore è tutta un’altra cosa. E la raccolta con i vestiti tipici? ne vogliamo parlare?
    Avevi ragione, è davvero sorprendete.
    Grazie per avermi fatto scoprire un lato della Provenza che ho perso :*

  3. Anche ad Assisi c’ è la Festa della lavanda. Il 18/19 – 25/26 giugno e il 2/3 luglio 2016

    • Federica Centemeri

      Non lo sapevo Lorena! Grazie per l’utile informazione, spero di poter visitare presto Assisi! Chissà che bella con i campi di lavanda in fiore 😊😊

Lascia una risposta