Quando si inizia a praticare attività outdoor e ci si avvicina alla montagna, si entra spesso in contatto con la realtà del CAI. Ma quali sono le ragioni (e i vantaggi) di diventare socio CAI? Ecco 5 buoni motivi (più uno) per iscriversi al CAI!

                                                                                                

CHE COS’È IL CAI?

Il CAI è il Club Alpino Italiano, una libera associazione nazionale che “ha per iscopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle italiane, e la difesa del loro ambiente naturale, così recita l’art. 1 dello Statuto dell’associazione.

Il CAI è considerato la più antica associazione di alpinisti presente in Italia: fu Quintino Sella che nel 1863 fondò il CAI a Torino, dopo aver scalato il Monviso e aver perso alcuni compagni. L’associazione nel corso del tempo si è ampliata e oggi conta più di 300.000 soci riuniti liberamente in sezioni (circa 500). Il CAI, attraverso i suoi volontari, si occupa di diverse attività tra cui la manutenzione di sentieri, rifugi e bivacchi, la promozione di iniziative volte alla sensibilizzazione del rispetto della montagna, l’organizzazione di corsi per frequentare la montagna in sicurezza nonché la gestione del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (struttura operativa del CAI).

 

[ Il simbolo del CAI ]

 

PERCHÉ BISOGNEREBBE ISCRIVERSI AL CAI?

Le ragioni e i vantaggi per cui tutti gli amanti della montagna dovrebbero iscriversi al CAI sono moltissime e proverò ad elencare qui sotto quelle secondo me più valide e rilevanti. Innanzitutto una premessa: il CAI nasce come associazione di alpinisti ma chiunque può iscriversi a questa associazione. Non servono requisiti specifici, anzi uno sì: l’amore per la montagna!

 

Ecco 10 buone ragioni per iscriversi:

 

1. CORSI

A mio avviso, uno dei motivi più interessanti per iscriversi al CAI è che questa associazione, tramite le varie sezioni, organizza molti corsi di formazione. I corsi permettono ai soci di avvicinarsi a determinate attività oppure di perfezionare le priori conoscenze. Grazie alle scuole intersezionali (formate da istruttori qualificati che seguono direttive emesse a livello nazionale), il CAI organizza cosi di arrampicata, alpinismo, sci alpinismo ma anche corsi di sicurezza sui sentieri e primo soccorso o, come è avvenuto nella mia sezione, di fotografia naturalistica. Insomma, tanti corsi per tutti i gusti! Inoltre, il costo di questi corsi è una cifra irrisoria e a volte sono addirittura gratuiti.

 

2. TARIFFE AGEVOLATE E SCONTI

Grazie alla tessera CAI è possibile ottenere sconti e agevolazioni presso numerosi esercizi e negozi. Nei rifugi gestiti dal CAI si ha sempre diritto ad una tariffa agevolata, che in genere prevede uno sconto del 10-15%. A volte la tessera CAI consente uno sconto anche sugli impianti di risalita! Inoltre, ogni volta che si rinnova l’iscrizione, si ha diritto all’abbonamento annuo alla rivista Montagne360.

 

3. SOCCORSO ALPINO

L’iscrizione al CAI assicura la copertura assicurativa per l’intervento del Soccorso alpino su tutto il territorio europeo, anche per attività svolte per conto proprio. Questo è uno dei motivi princali per cui molte persone si iscrivono al CAI: i costi per l’intervento del Soccorso alpino sono molto elevati e il fatto di essere soci CAI permette di avere un bel vantaggio. La polizza prevede i seguenti massimali: 

Rimborso spese di cura: € 1.600,00

Invalidità permanente: € 80.000,00

Morte: € 55.000,00

versando € 3,50 in più , si può richiedere l’aumento dei massimali: ­ 

Rimborso spese di cura: € 2.000,00

Invalidità permanente: € 160.000,00

Morte € 110.000,00.

 

4. ORGANIZZAZIONE di USCITE

Oltre ai corsi, un altro degli aspetti più interessanti per i soci è l’organizzazione di uscite da parte delle sezioni CAI. Ogni sezione organizza annualmente uscite: queste possono essere uscite di escursionismo, arrampicata ma anche alpinismo. La mia sezione per esempio, organizza anche uscite di più giorni in diverse parti dell’Italia, come per esempio il trekking in Sardegna oppure la Via Francigena nel Salento. Questa è una bella occasione per provare e stare con le altre persone. Inoltre i costi sono molto ridotti e generalmente le attività sono organizzate in modo che tutti (nei limiti delle proprie capacità) possano parteciparvi.

 

5. UTILIZZO del MATERIALE della SEZIONE

Le sezioni del CAI dispongono di diversi materiali per poter praticare diverse attività, come per esempio le scarpe da arrampicata, gli imbraghi oppure i ramponi e le piccozze per l’alpinismo. Il fatto di poter utilizzare o noleggiare l’attrezzatura permette di poter provare diverse attività senza dover imbattersi nella notevole spesa per l’acquisto del materiale.

Oltre a questi c’è un altro buon motivo per iscriversi al CAI.

 
6. AMICIZIE

Essere iscritti al CAI permette di conoscere tante persone. Quando si frequenta la montagna è sempre meglio farlo in compagnia e il CAI è il luogo migliore per trovare compagni con cui condividere le proprie avventure. Inoltre, essendo formato anche da persone esperte, questo permette di accrescere le proprie conoscenze, migliorare e scambiarsi opinioni. Infine, in alcune realtà, come per esempio la palestra di arrampicata della mia sezione, si può incontrare un gruppo di persone con la stessa propria passione con cui organizzare uscite ma anche serate in compagnia.

 

[ Insieme ad altri soci CAI al Rifugio Guide di Ayas ]

 

QUANTO COSTA ISCRIVERSI AL CAI?

La quota di iscrizione al CAI prevede delle line guida emesse a livello nazionale:

– Soci ordinari € 54,00 (rinnovo 50 €)

– Soci Familiari € 29,00 (rinnovo 25 €)
– Soci Giovani € 20 (rinnovo 16 €)

Le Sezioni hanno facoltà di incrementare tali quote minime per i Soci.

All’atto dell’iscrizione viene rilasciata una tessera che contiene le informazioni del socio e i bollini: ogni anno infatti, l’iscrizione al CAI deve essere rinnovata. 

Presso la segreteria della propria sezione è possibile ottenere tutte le informazioni a riguardo.

Qui il link del sito del CAI: www.cai.it

 

PERCHÉ MI SONO ISCRITTA AL CAI?

In realtà prima di iscrivermi al CAI ero ignara di tutti i vantaggi che ho elencato sopra (che ho scoperto solo in seguito). Il motivo principale che mi ha spinta ad iscrivermi è stato il fatto che mi interessava iniziare a frequentare l’alta montagna. Ciò che per me era fondamentale (ed è tutt’ora) è la sicurezza: la montagna è pericolosa ed è necessario frequentarla con la giusta consapevolezza e conoscenza. Per cui mi sono iscritta al CAI perché sapevo che partecipando a questa associazione avrei avuto modo di conoscere meglio la montagna, capirne i rischi e provare ad ampliare le mie conoscenze in questo settore. Una volta iscritta, ho avuto modo di avvicinarmi all’arrampicata e poi di frequentare il corso base di alpinismo. Tutte cose che senza il CAI non avrei fatto.

E voi siete già iscritti al Cai? 🙂



 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.