Sicilia – Itinerario di un giorno nei luoghi del commissario Montalbano

Sicilia – Itinerario di un giorno nei luoghi del commissario Montalbano

pubblicato in: EUROPA, Italia, Senza categoria | 12

La nota serie televisiva “Il commissario Montalbano”, che si basa suoi romanzi di Camilleri, è ambientata nella bellissima Sicilia. Il regista, Alberto Sironi, ha deciso di girare la fiction in diversi comuni della Sicilia meridionale, in modo da ricreare fedelmente le ambientazioni dei comuni di Vigata, Marinella, Montelusa e La Mannara, dove sono ambientate le avventure del famoso commissario di polizia. 
Se anche voi come me siete amanti delle avventure di Montalbano non potete perdervi questo itinerario di un giorno nei luoghi del commissario Montalbano: un itinerario che parte da Punta secca, dove si trova la casa del commissario, e attraversa diversi comuni fino al
l’antico quartiere di Ragusa Ibla, per scoprire le bellezze di questa autentica ma poco conosciuta parte della Sicilia. 

 

Itinerario di un giorno nei luoghi del commissario Montalbano

Innanzitutto devo ringraziare le mie amiche originarie della Sicilia, per avermi ospitato e accompagnato nella visita di questa magnifica regione. Mentre Francesca mi ha portato a scoprire la bellissima cittadina di Milazzo, Alessandra e Federica, insieme ai loro genitori Crocetta e Salvatore, mi hanno accompagnato in questo tour della Sicilia meridionale.

[ Un grazie speciale ad Alessandra, Federica e Francesca! ]

 

In una calda giornata d’estate, lasciamo Caltanissetta per dirigerci verso i luoghi di Montalbano. La prima tappa è Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina. In questo piccolo paesino siciliano si trova quella che nella fiction è la casa del commissario. Purtroppo non è visitabile però vi si può pernottare perché la proprietaria lo ha trasformato in un bed and breakfast (via Aldo Moro 44).
Dall’esterno si può vedere l’ingresso dell’abitazione e il famoso terrazzo dove tutte le mattine Montalbano prende il caffè dopo aver fatto il bagno al mare.

 

[ La casa di Montalbano ]

 

Vicino alla casa del commissario si trova un graziosa gastronomia, “gli arancini di Montalbano”, (come il titolo di uno dei romanzi di Camilleri), dove si possono assaggiare dei buonissimi arancini al pistacchio e al sugo di ragù con vista mare.
Il locale è piccolino ma molto accogliente: nella terrazza ci sono tanti tavolini che si affacciano sul mare.

 

 

Dopo aver mangiato qualche arancino, proseguiamo verso Scicli. La campagna intorno a noi è caratterizzata da immensi campi di grano e da uliveti, delimitati da muretti di pietra. Si respira un’aria di altri tempi: in questa parte della Sicilia dove non c’è l’autostrada, sembra che il tempo si sia fermato. Percorrendo queste strade mi vengono in mente i racconti di Camilleri, quando Fazio chiama Montalbano perché hanno trovato un cadavere nella sperduta campagna intorno a Vigata..

 

 

Prima di arrivare a Scicli, facciamo una sosta al paesino di Donnalucata che nella fiction è Marinella. È una frazione marinara di Scicli dove sono stati girati due celebri episodi, “la voce del violino” e “la forma dell’acqua” dove per la prima volta entra in scena Ingrid, che diventerà grande amica del commissario. Ci siamo fermati per una breve sosta: abbiamo percorso per un tratto il lungo mare e dopo aver preso una granita siamo ripartiti alla volta di Scicli.

 

[ Il lungomare di Donnalucata ]

 

Nel primo pomeriggio arriviamo nel bellissimo comune di Scicli, che dista 24 km da Ragusa. Qui si trova il palazzo che nella fiction è il commissariato di Vigata. L’edificio nella realtà è il palazzo comunale di Scicli. Una volta arrivata lì ho scoperto che solo la facciata del palazzo è quella del commissariato: l’ufficio di Montalbano non si trova qui, è un set di Cinecittà.

Una delle sale interne del palazzo, l’ufficio del sindaco, è invece il set della Questura di Montelusa, precisamente l’ufficio del questore. Il palazzo può essere visitato con una visita guidata.

 

[ La stanza del comune di Scicli che nella fiction è l’ufficio del questore di Montelusa ]

 

Scicli è un vero gioiello barocco: merita una visita la bellissima chiesa di San Giovanni Evangelista e se avete tempo anche la chiesa di San Matteo e il palazzo Beneventano, alle pendici del colle San Matteo. Altrimenti potete fare come me e camminare per le vie di Scicli, fermarvi in uno dei tanti bar per rinfrescarvi con una buona granita e riposarvi in una panchina all’ombra degli oleandri in fiore.

 

 

Salutato Scicli raggiungiamo la bellissima Modica. Qui sono state girate molte scene della fiction. La scalinata di San Giorgio è stata il set dell’episodio “tocco d’artista”.

In cima alla Scalinata (ben 250 gradini!) contornata da bellissime serenelle in fiore, si trova l’imponente Duomo di Modica, dedicato a San Giorgio e patrimonio dell’Unesco. L’edificio è di epoca barocca come si può intuire guardando la bellissima facciata esterna. All’interno ci sono dipinti preziosi e statue marmoree come la Madonna della Neve, e nel pavimento della navata centrale si trova un’enorme meridiana solare analemmatica. A mezzogiorno il raggio di sole che entra dal foro dello gnomone il alto a destra segna sulla meridiana il mezzogiorno locale, mentre a sinistra c’è una lapide con le coordinate geografiche della chiesa di Modica.

 

 

A Modica abbiamo visitato solo il Duomo e i suoi dintorni e poi ci siamo fermati in un piccolo negozio per comprare il buonissimo cioccolato di Modica. Questo cioccolato è molto particolare in quanto si ottiene dalla lavorazione a freddo del cioccolato, mantenendo alte le percentuali del cacao: la mancanza nella lavorazione della fase di concaggio e l’assenza di sostanze estranee come grassi vegetali e latte, fanno del cioccolato di Modica uno dei più buoni e genuini del mondo.

 

 

Ultima tappa di questo itinerario di un giorno nei luoghi del commissario Montalbano è stato il quartiere più antico della città di Ragusa, il quartiere di Ibla. Arroccato su di un promontorio, questo quartiere ospita numerosi monumenti di stile tardo barocco, molto dei quali dichiarati Patrimonio dell’Umanità. 

È un piacere camminare per le strade di questo quartiere: meritano una visita il Duomo di San giorgio e  la Chiesa delle Sante Anime del Purgatorio. Per una vista panoramica su Ibla potete percorrere Via delle Scale: tanti gradini, ma una volta in cima la vostra fatica sarà ripagata da un bel panorama!

 

[ Ragusa Ibla ]

Distanze e altre informazioni utili

L’itinerario di un giorno nei luoghi del commissario Montalbano si districa tra i paesini della Sicilia meridionale, tra i comuni di Agrigento e Ragusa. Vi ricordo che qui non c’è l’autostrada per cui i tempi di percorrenza sono piuttosto lunghi. Indispensabile il navigatore per evitare di perdersi. In tutti i comuni dove sono state girate le scene di Montalbano ci sono dei pannelli esplicativi che ricordano gli episodi che sono stati girati in quel determinato luogo. Il nostro itinerario è iniziato a Punta Secca e si è concluso a Ragusa ma si può benissimo fare al contrario.
Qui di seguito, in via indicativa, le distanze in chilometri:
Punta Secca – Donnalucata: 19 km
Donnalucata – Scicli: 14 km
Scicli – Modica: 10 km
Modica – Ragusa: 15 km
Infine vi lascio il link del sito della fiction “il commissario Montalbano”, dove potete trovare ulteriori indicazioni più precise sui luoghi dove sono state girate le singole puntate: www.commissariomontalbano.org.

 

Se ti piace la Sicilia non perderti questo itinerario nella bella Milazzo: UN WEEKEND A MILAZZO TRA STORIA, NATURA E GUSTO. 


 

 
Share

12 Risposte

  1. Federica che itinerario stupendo! Io ammetto di non essere una fan della fiction, mi piacciono i romanzi di Camilleri, ma non ho mai letto quelli dedicati a Montalbano. Eppure, per curiosità, questo sarebbe un percorso che seguirei volentieri. Perché mi permetterebbe di conoscere luoghi stupendi!
    Lo scorso anno, alcuni di questi posti, me li ha raccontati un’amica nella mia rubrica del blog, dedicata ai viaggi dei lettori. Devo dire che lei, e tu oggi, mi avete fatto venire una voglia pazzesca di partire!!!
    A presto,
    Claudia B.

  2. Anche se non seguo la serie tv, trovo molto interessante questo itinerario e comunque i luoghi e le cose che hai citato sono stupende! 😉

  3. Ammetto di non essere una grande appassionata di Montalbano, ma la Sicilia…come vorrei visitarla! Mi manca completamente, ma credo che anche quest’anno non sia quello buono…confido nel prossimo magari! 🙂

  4. Non sono mai stata in Sicilia e confermi che ci sono posti meravigliosi resi celebri dalle fiction. Sai che non sono mai riuscita a vedere un episodio completo della serie mi sono sempre addormentata!

  5. Io non seguo molto la serie di Montalbano, ma per gli appassionati questo tour è fantastico! In realtà la Sicilia è bella anche a prescindere la Montalbano e questo itinerario merita davvero!
    Ps ho cominciato a sbavare quando hai parlato di arancine al pistacchio 😍😋

  6. Sicilia wow!!! Fiction a parte i posti sono splendidi! Purtroppo io non ci sono mai stata…ma..mi sono sbaffata piu volte il cioccolato di modica portatomi da amici andati li in vacanza…il mare sembra finto dai colori che ha… e gli arancini…vabbè,non dico altro! 😉

Lascia una risposta