Il trekking al Rifugio Zamboni/Zappa è un percorso privo di difficoltà tecniche, che regala bellissime vedute sulla vertiginosa parete est del Monte Rosa e i suoi meravigliosi ghiacciai. Siamo in Piemonte, in Val Anzasca: partendo dalla Frazione di Pecetto (Macugnaga), con una piacevole camminata di circa 2 ore (o di soli 45 minuti se si sale con gli impianti), si raggiunge il Rifugio Zamboni/Zappa, che si trova proprio al cospetto della parete himalayana del Monte Rosa. 

 

INFO

Punto di partenza: Pecetto (1369 m slm) oppure Belvedere (1914 m slm)

Punto di arrivo: Rifugio Zamboni/Zappa (2070 m slm).

Dislivello: da Pecetto + 701 m, da Belvedere + 156 m

Difficoltà: E (sentiero escursionistico privo di difficoltà tecniche)

Tempo di percorrenza: da Pecetto 2 h (solo andata), da Belvedere 45 minuti circa (solo andata)

 

TREKKING PER IL RIFUGIO ZAMBONI ZAPPA

Il trekking per il Rifugio Zamboni Zappa parte dalla frazione di Pecetto (Macugnaga): qui si trovano gli impianti di risalita e un ampio parcheggio dove lasciare l’auto. Il sentiero per raggiungere il rifugio sale a destra della seggiovia che porta al Belvedere (volendo, si può salire con la seggiovia fino al Belvedere e poi proseguire a piedi per il Rifugio Zamboni Zappa: in questo caso il percorso si accorcerà e ci vorranno solo circa 45 minuti per arrivare). 

Il sentiero risale sostanzialmente la pista da sci: si percorre prima la strada asfaltata e poi si procede a sinistra seguendo le indicazioni per l’Alpe Burky. Dopo aver attraversato il Torrente Anza, si prosegue fino alla stazione intermedia della seggiovia. Da qui, si continua a salire fino al Belvedere e, una volta giunti al Belvedere, si tiene il sentiero di sinistra con le indicazioni per il rifugio Zamboni Zappa. 

In pochi minuti si arriva alla morena del ghiacciaio Belvedere: qui si cammina sopra grosse pietre instabili ed è necessario prestare attenzione. Il panorama è già molto bello: la parete est del Rosa è ben visibile, cosi come anche i suoi ghiacciai. 

Una volta attraversata la morena del ghiacciaio, si riprende il sentiero battuto, che sale su una piccola cresta: si prosegue poi tenendo la sinistra e in poco tempo si arriva all’Alpe Pedriola, dove si trova il rifugio Zamboni Zappa, a 2.070 m slm. Da qui si gode di un bel panorama sulla parete est del Monte Rosa e si possono vedere bene la Gnifetti (54554 m), la Zumstein (4573 m), la Punta Dufur (4638 m) e la Nordend (4612 m). Dal rifugio si può proseguire e raggiungere il Lago delle Locce

IL RIFIGIO ZAMBONI ZAPPA

Il rifugio Zamboni Zappa è un rifugio del CAI, aperto nella sola stagione estiva. Costruito nel 1925 dalla Società Escursionisti Milanesi, il rifugio è dedicato agli Alpinisti milanesi Rodolfo Zamboni e Mario Zappa. Il rifugio offre il servizio di bar e ristorazione. Per quanto riguarda il pernotto, il rifugio dispone di 36 posti letto. Poco lontano, si trovano grandi massi di roccia, ideali per il bouldering. 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.