Bruxelles è una città davvero sorprendente: oltre alle classiche mete turistiche, la capitale d’Europa nasconde molti posticini carini che ho deciso di elencare in questo articolo! 

 

Mi è sempre piaciuto spulciare tra guide turistiche e blog i luoghi più insoliti e quando vivevo a Bruxelles, nel weekend adoravo andare alla scoperta di posticini carini e davo dire che a Bruxelles ce ne sono davvero moltissimi! Ho deciso quindi di raggruppare qui la mia top 10, i dieci posticini più carini che a mio avviso meritano una visita, poco turistici e che possono essere inseriti in un tour classico della città!

 

10 Posticini carini (e local) da vedere a Bruxelles:

 
Anderlecht

Questa zona residenziale si trova vicino al canale di Bruxelles, nella parte sud della città. Per i suoi murales e in particolare per la colorata Rue de la porselain, è soprannominata la Montmartre di Bruxelles. Qui si trova anche la chiesa gotica dedicata al patrono di questo comune, Saint Guidon, e la casa fai Erasmo.

 

 [ Rue de la porselain ]

 
Gare maritime

Accanto al Canal de Zillebroeck, nel quartiere Tour & Taxis, questa la storica stazione è stata recuperata e recentemente rilavorizzata. Un progetto sostenibile: l’edificio genere propria energia da fonti rinnovabili (geotermica e pannelli solari) e alberi e giardini rendono ancora più green l’interno di questa storica e affascinate stazione che ospita un delizioso food market.

Il Food Market si trova dentro la Gare Maritime e comprende 10 stand di street food belga in formato “stile mercato”! Come funziona? Ci si siede, si scannerizza il QR code, si ordina e si paga direttamente online, poi si va a ritirare il proprio ordine direttamente allo stand: così si possono assaggiare diversi piatti e birre e ci sono anche tante scelte veg!

 

[ Gare Maritime ]

 
Libreria Tropismes

Bellissima libreria situata nelle splendide Galeries Royales: fondata nel 1984 si trova all’interno di un edificio sontuoso, con pareti a specchio, decori in stile art nouveau e stile liberty, con soffitti in stucco e colonne dorate. L’unico elemento di modernità è la scritta al neon che riporta il nome della libreria. I libri sono ordinati su tre livelli con diversi temi che vano dalla letteratura ai libri per bambini e al fumetto: Consigliato il secondo pianto per una vista unica sulla libreria!

[ Libreria Tropismes ]

 

Squadre Ambiorix

Questa bella zona residenziale a nord est di Bruxelles, di fianco alla Commissione Europea, è formata da due piazze, la Square Ambiorix e la Place Marie Louise e Marguerite, che si articolano su tre diversi livelli. I palazzi che circondano Square Ambiorix sono splendidi e la maggior parte sono insieme tile liberi e Art Nouveau: la piazza è anche conosciuta come la “galerie de l’art nouveau Bruxellois“. Tra i palazzi più belli c’è la Maison Saint-Cyr che si caratterizza per la sua stratta facciata larga solo 4 metri!

[ La Maison Saint-Cyr ]

 
Galerie Bortier

Libri antichi e di seconda mano in questa piccola ma graziosa galleria: progettata da Jean-Pierre Cluysenaer nel 1847, è nascosta tra i palazzi del centro della città, poco distante dalla ben più celebre Grand Place. In stile neo rinascimentale, questo gioiello di Bruxelles ospita i bouquiners, che vendono libri di seconda mano. In origine la galleria faceva parte del complesso del Marché de la Madeleine/Magdalenamarkt.

 

[ Galerie Bortier ]

 

Rue du Chêne

Una via in centro ma nascosta, con murales e negozi di vinili di seconda mano. E’ una strada antichissima che, con un dislivello di 8 metri, sale dalla piccola piazzetta dove si trova il Manneken Pis fino alla bella piazza Alla aux Blés (ne parlo più sotto). In questa via si trovano molti murales tra cui anche un murales che riproduce Jon Lennon sedunto all’entrata di un negozio di vinili di seconda mano. Qui si trovano anche delle case molto belle come l’antico hotel Au Saint-Jean-Baptiste al no 27 o la Maison De Swarte Lelie(« Le Lys noir ») ai n23-25. Infine, accanto ad un enorme murales che raffigura il Manneken Pis si trova il Museo Guardaroba del Mannekin Pis, un piccolo museo che raccoglie alcuni degli oltre 650 abiti indossati dalla celebre statuetta del bambino che fa la pipì, uno dei simboli di Bruxelles. 

 

[ Murales in Rue du Chene ]

 
Aegidium

Costituto nel 1905 da G. Segers, l’Aegidium ha uno stile eclettico e tendente al neoclassico: l’edificio era destinato a luogo di divertimento per la borghesia dell’epoca. 

Dentro si trova una bellissima sala in stile Luigi XV destinata prima a teatro e poi a cinema ma la parte più bella è l’ingresso, con la scalinata in stile Art Nouveau con elementi che richiamano il neo classicismo. 

Nel corso degli anni l’edificio è stato dimenticato e abbandonato: oggi lo ha acquistato una società privata per rivalorizzarlo nei prossimi anni. 

 

 [ Aegidium ]

 

Rue Vanderschrick a Saint-Gilles

Situata in una delle zone più anche del quartiere di Saint Giells, la via porta il nome di una celebre famiglia di Saint Gilles e si cauterizza per le bellissime case in stile art nouveau relaizzate dall’architetto Ernest Blerot tra il 1900 e il 1902, che si è firmato fuori da ogni edificio. Bellissime la porte da cui si vedono incantevoli vetrate e pavimenti raffinati e dai dettagli studiati, dallo stile eclettico. Fu definito il maestro dell’unità nella diversità. Lascio questo link in francese per il dettaglio su tutte le case!

[ Dettagli di Rue Vanderschrick ]

 

Place vieIlle halle aux blés

Una piccola piazzetta triangolare molto intima, circondata da case di interesse storico culturale con facciate i stile barocco. Questa piazza ebbe un’importanza storica in quanto situata sulle rotte mercantili che collegavano la Port de Hal e la Grand Place, centro della città di Bruxelles. Ricostruita s seguito dei bombardamento del 1695 dalle truppe francese di re Luigi XIV, l’11 ottobre 2017 è stata eretta sulla piazza una statua del famoso cantautore Jacques Brel in ricordo dei quarant’anni della sua scomparsa9. Il luogo ospita già la Fondazione Jacques Brel, creata nel 1981.

[ Place Vieille Halle aux Blés ]

 

Halle Saint-Gery

Centro espositivo situato dentro un antico mercato del 1881, è un edificio simbolo della città di Bruxelles. Emblematica agorà dedicata a ciò che ha reso e continua a singolarizzare la regione di Bruxelles-Capitale, questo centro di mostre ed eventi ha sede nel cuore del pentagono, in un monumento protetto.

Le Halles Saint-Géry incarnano uno dei maggiori simboli della Regione.  L’istituzione, che la anima, ha la missione di valorizzare le caratteristiche dell’ambiente di vita di Bruxelles e la sua identità urbana.  Le Halles contribuiscono alla conoscenza del patrimonio, materiale o immateriale.

 

E tu ne conosci altri che consiglieresti? Fammelo sapere nei commenti! 


 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.