Durante i mesi in cui ho vissuto a Dublino ho avuto modo di visitare con calma i luoghi più famosi e quelli meno conosciuti della capitale irlandese e questo mi ha permesso di scoprire tutto ciò che questa città ha da offrire, apprezzandola e amandola sempre di più.

 

Dublino non è solo il museo della Guinness o Grafton Street, Dublino è una città ricca di storia: una città medievale che nel corso degli anni è diventata una capitale europea, mantenendo però la sua autenticità, senza trasformarsi in una grande e caotica metropoli. Camminando per le strade del centro ci si accorge subito di come Dublino sia diversa da altre capitali europee: non ci sono alti grattaceli ma tanti, tantissimi pub! Ma oltre ai locali per la vita notturna, Dublino è anche un importante centro culturale, dove ogni giorno vengono organizzati eventi e mostre.  Insomma, Dublino è davvero una bella città: divertimento, storia, cultura e arte si mischiano per le strade di una città pulita, viva e piena di gente! 

Oltre ai classici luoghi di interesse turistico, come il museo della Guinness o Temple Bar, a Dublino ci sono  tanti altri luoghi che meritano una visita. E in questo articolo racconto anche dei luoghi più amati dai Dubliners, spesso tralasciati dai classici itinerari turistici ma che in realtà permettono di scoprire il cuore pulsante della città di Dublino.

 

ST STEPHEN’S GREEN PARK

In assoluto, il mio posto preferito a Dublino. Questo parco si trova alla fine di Grafton Street, la strada dove si possono trovare tantissimi negozi. Grafton Street è il cuore del centro di Dublino: è sicuramente uno dei luoghi più turistici della città, ma qui ogni giorno si esibiscono tanti artisti di strada, che animano l’atmosfera.

St Stephen’s Green Park è un piccolo parco con splendidi laghetti, verdi praticelli e bellissime aiuole. Qui i dubliners amano passeggiare e stendersi sul prato a prendere il sole nella bella stagione (bevendo ovviamente una birra). Sebbene si trovi nel bel mezzo della città, St Stephen’s Green Park è il luogo ideale per staccare la spina e rilassarsi.

Il momento migliore per recarsi qui è la domenica mattina: Dublino si sveglia tardi e a St Stephen’s Green Park alla mattina presto è possibile camminare in tranquillità e godersi in totale relax il parco.

 

[ St Stephen’s Green Park ]

 

VISITA GUIDATA AL TRINITY COLLAGE

Nessuno a Dublino si perde la visita al Book of Kells e alla Old Library del Trinity Collage. Ma quello che consiglio io è la visita guidata con gli studenti universitari. Vestiti con la tradizionale tunica dello studente, questi ragazzi portano i turisti in giro per l’Università, spiegando la storia, illustrando i diversi edifici che formano il complesso del Trinity Collage e raccontando tante curiosità e aneddoti sui personaggi che sono passati di qui come studenti o professori.

La visita dura circa 30 minuti ed è possibile acquistare un biglietto cumulativo per visitare anche il Book of Kells e la celebre e bellissima libreria. Le visite si svolgono tutti i giorni: gli studenti si trovano all’ingresso con un piccolo baracchino.

 

[ Visita guidata al Trinity Collage con uno studente ]

 

“DUBLINIA” e il “LITTLE MUSEUM OF DUBLIN”

A Dublino ci sono tantissimi musei e molti di essi sono gratuiti. A mio avviso meritano assolutamente una visita Dublinia e il piccolo museo di Dublino: anche se non sono gratuiti, questi musei permettono di scoprire la storia della città di Dublino, dalle origini fino ai giorni nostri.

Dublinia è situato vicino a Christ Church ed è un museo interamente dedicato alle origini medievali della città di Dublino. Non è un museo come gli altri: Dublinia è un museo interamente interattivo, adatto sia ai bambini che agli adulti. Attraverso riproduzioni delle abitazioni dell’epoca, indossando gli abiti vichinghi e provando a risolvere indovinelli si ripercorre tutta la storia di Dublino!

 

[ Dublinia ]

 

Il Little Museum of Dublin (piccolo museo di Dublino) si trova vicino a St Stephen’s Green Park, all’interno di una tipica casa irlandese. Questo museo raccoglie una mostra permanente  sui principali eventi che hanno caratterizzato la storia di Dublino nell’ultimo secolo. Le numerose fotografie e gli oggetti esposti permettono di fare un tuffo nel passato e scoprire interessanti curiosità sulla capitale irlandese e sui suoi personaggi. All’interno del museo, curato nei minimi dettagli, niente è lasciato al caso: al piano terra, si trova una stanza dedicata all’aviazione Ryaniar mentre ai piani superiori, una stanza dedicata all’Irish Times e perfino una dedicata alla storia degli U2!

 

[ Little Museum of Dublin ]

 

PHOENIX PARK

È il parco più grande d’Europa, che si estende a perdita d’occhio poco lontano dal centro di Dublino. Nelle giornate di sole i dubliners vengono qui per rilassarsi, fare jogging e giocare con i propri bambini.

Ciò che rende particolare questo parco è la presenza di cervi allo stato brado: i cervi furono introdotti nel parco nel 1662 dal Lord Ormond e ancora oggi gironzolano liberi. Non è difficile imbattersi in questi timidi animali, soprattutto se si ha con se del cibo: tuttavia sarebbe buona norma evitare di dargli del cibo ma osservarli a debita distanza. 

 

[ Cervi a Phoenix Park ]

 

MARRION SQUARE

In questa zona della città, poco distante da St Stephen’s Green Park e dal Trinity Collage, si trovano stupendi edifici come la National Gallery e il Museo di storia naturale, in stile neoclassico. Camminando lungo la strada dove si trovano questi sontuosi palazzi, si può raggiungere Merrion Square, un piccolo parco dove alcuni si recano per vedere la statua di Oscar Wilde.

Sebbene non sia bello come St Stephen’s Green Park, anche il piccolo parco di Merrion Square è ricco di aiuole colorate e spazi verdi dove ci si può rilassare: rispetto a St Stephen’s Green Park, che nel weekend è sempre pieno di gente, il parco di Merrion Square è non è mai affollato.

Inoltre, intorno a Merrion Square si trovano le famose porte colorate di Dublino: la leggenda narra che furono due scrittori, Moore e Gogarty, che per primi dipinsero con colori accesi le porte delle proprie abitazioni, per evitare di entrare nella casa sbagliata dopo una serata trascorsa al pub a bere birra.

 

[ Merrion Square e dintorni ]

 

VIKING SPASH TOUR

Un modo insolito e divertente per scoprire la città di Dublino è quello di salire sul bus-battello della Viking Splash tour. È un tour molto divertente, ideale soprattutto per le famiglie con bambini: una volta saliti sulla gialla imbarcazione con le ruote, ci si mette in testa un elmo da vichingo e si percorrono le strade della città con una guida che racconta la storia di Dublino aggiungendo un pizzico di ironia e buon umore. Il tour termina con un tuffo nel Grand Canal Dock: all’improvviso le ruote del bus scompaiono e si trasforma in un’imbarcazione! Purtroppo durante il mio soggiorno a Dublino non sono riuscita a fare questo tour ma ogni volta che vedevo per strada questo allegro bus avrei tanto voluto esserci sopra anche io!

 

[ Viking Splash Tour ]

 

3 CHIESE DA NON PERDERE

 

St Patrick’s Cathedral: la cattedrale di Dublino è la più grande d’Irlanda e fu costruita nel 1191. Dedicata al patrono dell’isola, San Patrizio, questa chiesa è in stile gotico ed è uno dei simboli della città: la leggenda narra che sia stata costruita nel luogo in cui San Patrizio battezzò i primi pagani. L’interno della cattedrale è impressionante, caratterizzato da grandi vetrate e da un pavimento interamente decorato. Durante alcuni giorni della settimana è possibile ascoltare le Evensongs, canti religiosi del coro con una storia secolare.

 

Christ Churchè uno degli edifici più antichi della città, fondata nel 1030 nell’insediamento vichingo. Al suo interno, è possibile scendere e visitare l’antica cripta a volta. Anche qui, durante alcuni giorni della settimana, si può assistere alle prove del coro e ascoltare i canti.

 

St. Michan’s Churchciò che attrae i visitatori non è tanto l’edificio religioso ma quello che si trova sotto il pavimento della chiesa. Nella cripta sotterranea si trovano i macabri resti di persone morte 500 anni fa: le mummie di queste persone si sono perfettamente conservate fino ad oggi grazie al gas metano prodotto dalla vegetazione in decomposizione sotto la chiesa e al magnesio delle mura che assorbe l’umidità. La cripta ha diverse entrate, che permettono di accedere alle numerose cappelle dove sono conservate le casse in legno dei defunti. Alcune di queste casse si sono rotte e aperte e permettono di vedere i corpi mummificati dei defunti, perfettamente conservati!

 

[ St Patrick’s Cathedral ]

 

FREE WALKING TOUR

Lo consiglio sempre. Il free walking tour di Dublino è gestito da un gruppo di dubliners che con tanta passione portano i visitatori a piedi in giro per la città raccontando aneddoti e curiosità sulla storia e i monumenti della capitale. Esistono diversi tipi di tour: il tour più classico è il free walking tour South Side, che porta alla scoperta della zona medievale della città (da O’Connell Street fino al Trinity Collage e Temple Bar). Il tour North side permette invece di scoprire la parte a nord del Liffey, meno conosciuta.

 

[ Free Walking Tour a Dublino ]

 

Come ho scritto all’inizio, Dublino è una città viva: durante la bella stagione vengono organizzati tantissimi eventi e festival e non ci si può di certo annoiare. Immancabile è passare una serata al pub a sorseggiare una buona Giunness e ascoltare musica e se vi piace il teatro, potete trascorrere una serata all’Olympia Theatre e al Gaiety Theatre per vedere uno spettacolo di danza!


 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.