La maggior parte delle agenzie turistiche di Dublino organizzano tour che permettono di esplorare diverse parti del Paese in giornata, senza necessità di pernottare fuori dalla capitale e spendendo una cifra accettabile. Questa soluzione è ideale per chi ha poco tempo a disposizione o per chi non se la sente di affittare una macchina e guidare (al contrario) per centinaia di chilometri.

 

Durante i mesi in cui ho vissuto a Dublino, ho avuto a disposizione solamente alcuni giorni (in genere il weekend) per fare qualche viaggetto fuori dalla capitale e molte volte ho optato per un tour organizzato di un giorno.

I tour di questo genere sono offerti da tantissime agenzie e sono molto popolari in quanto, come ho accennato sopra, durano solamente una giornata e il prezzo è vantaggioso. Questi tour permettono di visitare i luoghi di interesse che si trovano nel raggio di 200 km da Dublino, in particolare:

  • Cliffs of Moher
  • Glendalough & Kilkenny
  • Blarney Castle and Country Cork
  • Giant’s Causeway & Belfast
  • Connemara

Questi sono i più popolari con partenze ogni giorno. Alcune agenzie offrono anche la possibilità di visitare in giornata il Ring of Kerry o il Donegal, ma considerando la distanza poche persone decidono di aderire a questi tour.

A mio avviso bisogna tenere conto dei propri interessi e del tempo a diposizione: tuttavia, in base alla mia esperienza, sconsiglio il tour giornaliero per la Giant’s Causeway e il Connemara. Ritengo che la cosa migliore sia dedicargli almeno due giorni, in modo da gustare al meglio queste meraviglie d’Irlanda. Penso invece che sia un’ottima scelta optare per un tour di 1 giorno da Dublino per queste tre attrazioni: Cliffs of Moher, Glendalough & Kilkenny e per i castelli vicini alla Contea di Cork.

[ Giant’s Causeway, Irlanda del Nord ]

CLIFFS OF MOHER

Le Cliffs of Moher, che si trovano nella contea di Clare,  sono senza ombra di dubbio uno spettacolo della natura: nonostante le migliaia di persone che ogni giorno visitano questo luogo, queste scogliere hanno il potere di trasmettere la loro maestosità ribadirci che su questo pianeta siamo solo degli ospiti. Grazie ad un sentiero che costeggia il bordo delle scogliere, è possibile ammirare questi giganti in tutta la loro bellezza, da diversi punti panoramici. Dall’O’Brien’s Tower si può vedere come il verde dei pascoli circostanti viene bruscamente interrotto dalla roccia delle scogliere, che si affacciano a picco sul mare, le cui onde si infrangono con una forza impressionante. Ovunque si vedono volare diversi uccelli, alcuni dei quali nidificano nelle ripide pareti delle Cliffs.

Queste scogliere si sono formate circa 300 milioni di anni fa, durante il periodo carbonifero superiore: dove oggi si trovano le Cliffs, un tempo vi era la foce di un grande fiume che trasportava fango, sabbia e rocce. Con il passare del tempo, questi materiali si depositarono in questa zona e stratificandosi hanno formato le scogliere di Moher.

[ Cliffs of Moher ]

Per visitare le scogliere è necessario pagare un biglietto d’ingresso, che permette la visita al Visitor centre, che illustra la formazione delle Cliffs, la loro evoluzione e le specie animali che le popolano. Dal centro visitatori partono i sentieri che portano alle scogliere: dato che molte persone sono morte, il vecchio sentiero è stato delimitato da un basso muretto di lastre di peitre e sono stati apposti alcuni cartelli che indicano il pericolo di caduta e di morte. Nonostante questo, tantissime persone oltrepassano la delimitazione, percorrono il vecchio tracciato e non soddisfatte, scattano fotografie con le gambe a penzoloni giù dalle scogliere. Questo è assolutamente da evitare soprattutto quando il tempo è brutto e il vento soffia forte!

[ Pericolo di cadere! ]

Per quanto riguarda il tour organizzato, ho partecipato al tour di Wild Rover (www.wildrovertours.com) e mi sento di consigliarlo vivamente. Sebbene si viaggi su un pullman con altre 50 persone, è prevista una sosta di 2 ore effettive alle scogliere, cosa che nessun altro tour offre. Il tour parte alle 7 da Dublino e il rientro è previsto alle ore 20. Oltre alla visita delle scogliere è prevista una sosta fotografica all’Atlantic Ledge of the Burren e alla città di Galway. Il costo si aggira intorno ai 50 €, incluso il prezzo del biglietto per le scogliere.

[ Cliffs of Moher ]

GLENDALOUGH & KILKENNY

Poco distanti da Dublino, si trovano la cittadina medievale di Kilkenny e le montagne di Wicklow, dove è ubicato il sito monastico di Glendalough.

Kilkenny è considerata una delle città più belle d’Irlanda, ben curata e ricca di storia. Questa città ha raggiunto il suo apice durante il Medioevo, quando divenne capitale ufficiosa del Paese. L’imponente e ben conservato Castello è un’evidente testimonianza del passato glorioso di questa città: costruito nell’anno mille lungo le rive del fiume Nore, è uno dei luoghi più visitati d’Irlanda. Al suo interno è possibile ammirare la bellissima Long Gallery, un’immensa sala con decorazioni celtiche dove sono esposti i ritratti delle famiglie che hanno abitato il castello in passato. Di fronte, si trova invece un curato giardino, dove le famiglie amano trascorre i pomeriggi nelle giornate soleggiate. Merita una visita anche la Rothe House, un’abitazione borghese risalente al XVI secolo. All’interno di questa casa, costruita in stile Tudor intorno a cortili interni, è possibile ammirare la ricostruzione di un tipico soffitto a capriate e le imponenti corna di un cervo preistorico. Poco distante, si trovano due chiese: la cattedrale, in stile gotico, e la Black Abbey, chiamata così per il colore delle tuniche nere indossate dai monaci che la frequentavano.

[ Kilkenny ]

Glendhalough, che significa “Valle dei due laghi”, ospita le rovine di un antico sito monastico, nella bella cornice delle montagne di Wicklow. Grazie ad una piacevole passeggiata in mezzo al bosco, dopo aver visitato quello che rimane dell’antico sito religioso, è possibile raggiungere i due laghi che rendono suggestivo questo luogo: l’Upper Lake è quello più lontano, facilmente raggiungibile in 15 minuti.

 

[ Upper Lake ]

Anche questo tour l’ho fatto con la Wild Rover, anche se a dire il vero mi ha entusiasmata meno rispetto a quello alle Cliffs of Moher.

La partenza è prevista da Dublino alle ore 8 circa: la sosta alla città di Kilkenny è di sole 2 ore, a mio avviso troppo poco tempo per poter visitare con calma i punti di interesse che ho descritto sopra. Dopo una breve sosta fotografica al Wicklow Gap (dove è stato girato il film “PS I love you“), si prosegue fino a Glendhalough, dove ci si ferma per altre 2 ore (a mio avviso, troppo tempo). Prima di tornare a Dublino è poi prevista una sosta ad una fattoria, per assistere ad una dimostrazione di come il cane e il pastore radunano le pecore e per fare una foto con un agnello di qualche mese. Penso che questa sosta potrebbe essere evitata, in modo da trascorrere più tempo a Kilkenny. Il tour costa 35 €, ma non include il prezzo del biglietto per visitare il castello di Kilkenny e la Rothe House.

 

ROCK OF CASHEL,BLARNEY CASTLE & CAHIR CASTLE

L’ultima escursione in giornata da Dublino che consiglio è quella che permette di visitare alcuni dei castelli più belli dell’Irlanda: Blarney Castle, Rock of Cashel e Cahir Castle.

Inizio con quello che mi è piaciuto di più, Rock of Cashel: questo complesso archeologico si erge sulla somiità di una collina, nel mezzo di verdi pascoli. Si tratta di una serie di edifici fortificati (cashel significa fortezza), che comprendono le mura, una torre rotonda, la cattedrale gotica e una cappella romanica. In passato Rock of Cashel fu scelta come postazione di controllo e difesa e con il passare degli anni furono costruiti e distrutti diversi edifici: quello che vediamo noi oggi è ciò che è rimasto dopo anni di saccheggi e ricostruzioni.

 

[ Rock of Cashel ]

Blarney Castle è invece un castello che non mi ha colpito particolarmente. Costruito 600 anni fa, è considerato uno dei castelli più belli d’Irlanda: ciò che ha sempre attratto i visitatori è la celebre Blarney Stone, una pietra che si trova in una delle pareti del castello che dona a chi la bacia l’eloquenza. Intorno al castello c’è un grande parco dove si trova il giardino delle piante velenose e il giardino delle felci. Non ho visitato l’interno del Castello perché c’era da fare più di un’ora di coda: del castello sono rimaste solo i muri portanti e le persone si recano al suo interno solo per baciare (a testa in giù) la famosa pietra.

 

[ Blarney Castle ]

Infine, il Cahir Castle: questo castello medievale era la fortezza della potente famiglia Butler. Oggi possiamo ancora ammirare l’imponente mastio, la torre e gran parte della sua originale struttura difensiva.

Questo tour è organizzato dall’agenzia Irish day tours (www.irishdaytours.com): la partenza è prevista al mattino intorno alle 7 e il rientro per le 20. Con a questo tour si attraversano le contee di Cork e Tipperary e grazie alla spiegazione della guida, si possono ascoltare curiose leggende irlandesi.

Per quanto riguarda la visita alla Giant’s Causeway, a Belfast e al Connemara, esiste la possibiltà di fare un tour in giornata da Dublino tuttavia, come ho scritto sopra, consiglio di dedicare almeno due giorni. Qui sotto il mio itinerario: 


 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.