Il giro del Lago di Antrona rappresenta una semplice escursione da fare in giornata anche per chi è poco allenato o ha dei bambini al seguito: si tratta di un percorso circolare nella verde Valle Antrona, nel Nord del Piemonte, di breve durata e percorribile in ogni stagione, con passaggio dietro una suggestiva cascata!

IL LAGO DI ANTRONA

Siamo nel Nord del Piemonte, in una zona dove la natura domina incontaminata e regala splendidi paesaggi: qui si trovano la Valle Anzasca, la Valle Antrona, l’Alpe Devero, l’Alpe Veglia e la Val Formazza, ognuna delle quali offre bellissimi percorsi escursionistici per tutti i gusti.

Il Lago di Antrona si trova a 1100 metri è si è formato a seguito di una frana che nel 1652 si staccò da Cima Pozzuoli e distrusse il paesino di Antrona, le cui rovine si trovano proprio sotto dove ora c’è il lago. Questo lago, dai colori cristallini, è davvero molto scenografico grazie alla presenza della cascata del Sajont, che si getta nel lago on un salto di 50 metri. Grazie ad un percorso ad anello di 2 km della durata di 45 minuti è possibile fare il giro del lago e passare dietro alla cascata.

 

INFO

Tipologia: sentiero escursionistico

Difficoltà: T 

Segnaletica: sentiero “Giro del Lago di Antrona”

Luogo: Valle Antrona (Piemonte)

Punto di partenza e arrivo: Lago di Antrona – 1100 m slm

Dislivello: 80 m

Tempo di percorrenza: 45 minuti

 

GIRO DEL LAGO DI ANTRONA: IL PERCORSO

Il percorso ha inizio proprio dalla frazione “Lago di Antrona”: qui si trovano alcuni ristoranti ed un grande parcheggio dove lasciare l’auto. Per raggiungerlo basta seguire le indicazioni per Gravellona Toce e poi per la Valdossola e mettere sul navigatore “Lago di Antrona”. 

Il percorso si articola intorno al Lago di Antrona, su un sentiero prevalentemente pianeggiante, costeggiando l’intero lago: ad un certo punto, si incontra un ponticello che attraversa il torrente Troncone da cui si può già ammirare una piccola cascata.

 

 

Dopodiché si prosegue sempre seguendo il sinuoso sentiero pianeggiante che costeggia il lago fino ad incontrare delle pietre: qui si inizia a salire fino ad incontrare delle passerelle di metallo che conducono dietro la cascata del Sajont. Meglio munirsi di kway quando tira vento e la portata della cascata è notevole, tipo in autunno. In estate, è un sollievo passare dietro ed essere bagnati dall’acqua della cascata!

 

 

Il sentiero prosegue in discesa in mezzo a sassi e pietraie, fino a tornare a costeggiare il lago e ad essere pianeggiante. Si ritorna esattamente dove si trova il parcheggio e il ristoranti.

 

 

Se volete camminare un pò di più e fare un percorso di 6 km, è possibile partire dal paesino più sotto, Atropiana, dalla piazza della chiesa per poi prendere la strada asfaltata verso il lago di introna e poi sboccare il sentiero C00 (qui il percorso dettagliato da Atropiana: www.distrettodeilaghi.it)


 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.