Il trekking al Rifugio Mezzalama è uno dei più interessanti della Valle d’Ayas, in Valle D’Aosta. Partendo dal paese di Saint-Jaques, si risale la morena del Ghiacciaio di Verra fino a raggiungere lo storico Rifugio Mezzalama, circondato dalle splendide vette del Rosa e dai loro ghiacciai.

Il trekking al Rifugio Ottorino Mezzalama è un sentiero escursionistico che permette di raggiungere i 3000 metri e vedere da vicino i ghiacciai del Monte Rosa. Oltre al contesto paesaggistico circostante davvero notevole, il rifugio Mezzalama è uno dei rifugi storici della Valle D’Aosta: inaugurato nel 1934 dal CAI di Torino, è intitolato ad Otorino Mezzalama, alpinista di Torino che perse la vita travolto da una valanga nelle Alpi Breonie.

 

INFO

Tipologia: sentiero escursionistico

Difficoltà: E (sentiero privo di difficoltà tecniche)

Segnaletica: sentiero numero 7

Luogo: Val d’Ayas (Valle d’Aosta)

Punto di partenza: Saint-Jaques – 1686 m slm

Punto di arrivo: Rifugio Mezzalama–  3036 m slm

Dislivello: 1146 m

Tempo di percorrenza: 4 ore (solo andata)

 

Il trekking al Rifugio Mezzalama parte da Saint-Jaques (Champolouc), dal piazzale della frazione Blanchard. Si segue il sentiero numero 7, indicato in giallo: si sale prima nel bosco e poi si percorre una mulattiera che porta ai Pian di Verra Inferiori: si costeggia poi il torrente fino ai Pian di Verra superiori, a 2488 m slm. In alternativa, è possibile prenotare il sevizio jeep-navetta, che con una strada secondaria può portarvi direttamente ai Pian di Verra superiori, evitando un dislivello di 700 m.

[ Pian di Verra Superiori ]

 

Raggiunti i Pian di Verra superiori, si prosegue sul sentiero n° 7 che sale verso sinistra: ed inizia ad essere abbastanza ripido con rocce e sassi.

 

[ Verso la morena del Ghiacciaio di Verra ]

 

A questo punto si prosegue lungo la ripida sponda della morena del ghiacciaio di Verra da cui si inizia ad intravedere in Rifugio Mezzalama. Il sentiero diventa sempre più impegnativo e non a caso l’ultimo tratto di salita prima del rifugio Mezzalama si chiama “ammazza cristiani” ed è caratterizzato, oltre che da una notevole pendenza, anche dalla presenza di rocce e sassi. 

 

[ Risalendo la morena ]

[ La morena e il paesaggio circostante ]

 

Terminata la faticosa salita si raggiunge finalmente il Rifugio Mezzalama, a 3036 m slm. Qui non è raro incontrare stambecchi e nel mese di giugno vedere le ginestre in fiore. Intorno, fanno da cornice al rifugio i ghiacciai del Monte Rosa.

 

 

Presso il Rifugio Mezzalama è possibile pranzare e anche pernottare. Qui tutte le info utili: www.caitorino/rifugi/mezzalama.

Scopri altri trekking!

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.