Ti sei mai chiesto quale impatto ha un viaggio? È una domanda che dovremmo porci sempre prima di partire. È importante pensare alle conseguenze delle nostre azioni, per questo dovremmo tutti iniziare a viaggiare in maniera consapevole e sostenibile. Ma che cosa vuol dire viaggiare in maniera sostenibile? Leggi il post qui sotto!

 

IL TURISMO: UNA GRANDE RISORSA MA ANCHE UN GRANDE PERICOLO

Negli ultimi anni il turismo si è sviluppato molto rapidamente ed è in continua espansione: rappresenta l’unico settore economico in costante crescita in tutto il mondo.

Mentre in passato viaggiare era considerato un lusso per pochi, oggi chiunque può concedersi un viaggio dall’altra parte del mondo senza spendere una fortuna.  I fattori che hanno permesso una tale espansione del turismo sono molteplici, basti pensare alla facilità di prenotare un viaggio tramite internet, ai prezzi stracciati dei voli low cost e ai pacchetti di viaggio proposti dai tour operator.

 

[ Oggi i voli low cost permettono di raggiungere molte destinazioni a prezzi bassi ]

 

La diffusione del turismo può considerarsi una grande risorsa in quanto favorisce la crescita locale, l’incontro con culture diverse dalla nostra, rendendoci più consapevoli su ciò accade nel mondo.

Ma dall’altro lato, la crescita del turismo può avere conseguenze devastanti e costituire un grande pericolo. Mi riferisco per esempio al monopolio delle aziende specializzate nel settore a danno delle piccole realtà locali e all’impatto ambientale.

Purtroppo, negli ultimi anni, si è sviluppato sempre di più il c.d. turismo di massa insostenibile.

Nelle grandi città questo ha comportato un aumento della sporcizia, della criminalità, dei prezzi degli affitti, generando il malcontento di molti.

Per quanto riguarda invece i paradisi terrestri, la situazione è ben peggiore: le piccole comunità sono schiacciate dalle grandi multinazionali che qui investono in lussuosi alberghi e la flora e fauna locale è sommersa da tonnellate di rifiuti.

 

[ La Riviera Maya, in Messico, è un esempio di turismo insostenibile ]

 

Ciò che può contrastare il turismo di massa insostenibile è il turismo sostenibile e responsabile, un modo di viaggiare consapevole e attento alle piccole realtà locali e al rispetto dell’ambiente.

 

TURISMO SOSTENIBILE: CHE COS’E’?

Sul sito della UNWTO, l’organizzazione mondiale del turismo, il turismo sostenibile è definito come:

Turismo che tiene pienamente conto degli impatti economici, sociali e ambientali attuali e futuri, rispondendo alle esigenze dei turisti, dell’industria, dell’ambiente e delle comunità locali“.

Viaggiare in maniera sostenibile significa considerare le conseguenze delle nostre azioni, in particolare:

  • Impatto economico: i costi generati dal nostro viaggio devono essere destinati alle realtà locali e favorire il loro sviluppo economico;
  • Impatto sociale: non dimentichiamoci che siamo ospiti e dobbiamo rispettare le comunità locali del paese che visitiamo;
  • Impatto ambientale: dobbiamo rispettare la flora e fauna locale, non lasciare traccia del nostro passaggio assicurandoci di rispettare l’ambiente.

Il turismo responsabile è inglobato della definizione di turismo sostenibile ed considerato una sua sfumatura: il turismo responsabile si focalizza sugli aspetti economici e sociali, mentre il turismo sostenibile considera anche gli aspetti ambientali.

 

[ Viaggiare in maniera consapevole significa rispettare le culture locali ]

 

VIAGGIARE IN MANIERA SOSTENIBILE: QUALCHE CONSIGLIO

Come possiamo in concreto viaggiare in maniera sostenibile e responsabile?

Dobbiamo seguire la regola delle tre E: “Economy”  “Ethics” “Environment”.

In particolare, prima di partire e durante il viaggio, dobbiamo sempre chiederci: “questa mia azione, che conseguenze potrebbe avere?”

Ecco qualche consiglio:

  • Pianificazione: prima di partire, informiamoci sul paese che stiamo per visitare, in modo da poter rispettare le tradizioni e le culture locali e comportarci di conseguenza.

 

  • Scelta della struttura ricettiva: cerchiamo sempre di alloggiare in strutture gestite da locali ed eco-friendly. Questo non significa rinunciare alle comodità: ci sono molte strutture locali che offrono numerosi comfort rispettando la natura e l’ambiente!

 

  • Tour operator locali: se possibile, cerchiamo di appoggiarci a tour operator locali per le nostre escursioni oppure affidiamoci ad agenzie che favoriscono lo sviluppo delle realtà locali.

 

  • Tour con animali: non bisogna MAI partecipare a tour dove sono coinvolti animali in cattività! Mi riferisco per esempio, agli spettacoli con le orche di SeaWord in Florida o al Tiger Kindom in Tailandia, dove le tigri sono rinchiuse in gabbie e sedate per fare le foto con i turisti. Cerchiamo solo tour che permettono di avvistare questi animali nel loro habitat naturale e a debita distanza. Qui ho scritto un articolo su questo argomento: Tour con animali nel mondo: i casi di maltrattamento e turismo insostenibile.

 

  • Acquisto di souvenir locali: a tutti piace portare a casa un ricordo del proprio viaggio. Invece di comprare i classici souvenir, cerchiamo di acquistare prodotti locali!

 

  • Attenzione agli sprechi: cerchiamo di non sprecare il cibo, l’acqua e non lasciamo in giro i rifiuti.

 

[ Egitto: un povero cavallo stremato dalla fatica, soffre sotto il sole cocente ]

 

Cerchiamo tutti di impegnarci per cambiare rotta, cambiamo le nostre abitudini e cerchiamo di diffondere il turismo sostenibile per salvare le piccole realtà locali e le meraviglie del nostro pianeta!



 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.