Punta Arenas mi è proprio piaciuta: un piccola cittadina che si affaccia sullo stretto di Magellano, con tante casette colorate dal tetto spiovente, dove le persone sono estremamente cordiali e socievoli.

Mentre si sta per atterrare all’aeroporto di Punta Arenas, guardando fuori dal finestrino dell’aereo ci si rende conto di aver raggiunto una terra desolata e selvaggia e una volta scesi, un vento fortissimo ci accoglie: siamo davvero ai confini del mondo!

 

Punta Arenas è il centro abitato più a sud del Cile e si trova all’estremità meridionale del continente americano: dopo c’è la Terra del Fuoco, separata dallo Stretto di Magellano e che, nei giorni di sole, si può vedere in lontananza.  Spesso molti turisti sono solo di passaggio a Punta Arenas: tuttavia, basta un giorno per visitare questa graziosa cittadina, che testimonia i viaggi e le scoperte dei primi esploratori come Magellano.

 

PUNTA ARENAS

Fu fondata nel 1848 come guarnigione militare: in origine questa zona era conosciuta come sandy point (punta sabbiosa), in spagnolo Punta Arenosa, che diventò in seguito Punta Arenas, il nome attuale della città. Il modo più semplice e veloce per raggiungere Punta Arenas è l’aereo: l’aeroporto dista 20 km dal centro della città, collegato dall’Avenida Costa Nera, che costeggia lo Stretto di Magellano.

Qui vivono circa 100.000 persone: in origine l’economia ruotava intorno al commercio di pelli di foca e prodotti minerari, poi intorno al XIX secolo i locali iniziarono ad allevare bovini ed ovini; arrivò poi il commercio del pesce e del petrolio e infine il turismo. Punta Arenas è la capitale della Regione di Magellano e dell’Antartica Cilena, un importante centro in continuo sviluppo: sebbene non sia enorme, viene considerata la metropoli della Patagonia.

Il centro della città si sviluppa intorno a Plaza Munoz Gamero e Plaza de Armas: qui ci sono gli hotel, i ristoranti e le agenzie. Rispetto al Nord cileno, gli abitanti di Punta Arenas parlano quasi tutti inglese e i servizi turistici sono davvero eccellenti.

 

[ Punta Arenas ]

 

In questa parte del mondo si incontrano l’Oceano Pacifico e l’Oceano Atlantico: il meteo è estremamente variabile e il rischio di precipitazioni è elevato tutto l’anno. Le temperature variano tra i 0 °C in inverno (con rare nevicate) e i 17 °C in estate (gennaio). Il vento soffia quasi sempre molto forte: a volte supera i 100 km/h!

Un serio problema che interessa Punta Arenas, e più in generale la Patagonia, è il buco nello ozono: qui ha un impatto molto forte, soprattutto durante la primavera. Lo zono protegge la superficie terrestre dalle radiazioni ultraviolette ma in questa parte del mondo i valori sono estremamente bassi e quindi il buco nello zono è notevole. Sulle guide turistiche è riportato che i livelli di ozono sull’Antartide stanno aumentando ma che saranno necessari ancora 20 anni prima che la situazione ritorni alla normalità: è quindi necessario proteggersi con crema solare e occhiali da sole!

 

[ Lo Stretto di Magellano ]

 

COSA FARE E COSA VEDERE A PUNTA ARENAS

 

  • CENTRO STORICO: Plaza Munoz Gamero è la piazza storica della città, circondata da verdi conifere e in primavera da fiori gialli. Intorno alla piazza si possono ammirare bellissimi palazzi coloniali, testimonianza del passaggio degli spagnoli, come la Casa Braun-Menéndez. Qui vicino si trova una statua commemorativa a Magellano e l’ufficio informazioni. Percorrendo l’avenida Seguel, si possono vedere altri edifici coloniali, ben tenuti. Un’altra piazza che merita una visita è Plaza de Armas, dove si affaccia la cattedrale.

 

[ Plaza de armas ]

 

  • PASSEGGIATA LUNGO L’AVENIDA COSTANERA: l’Avenida Costanera costeggia lo Stretto di Magellano, che separa Punta Arenas dalla Terra del Fuoco. Nei giorni di bel tempo, è possibile vedere in lontananza la Terra del Fuoco. Quando il vento non soffia troppo forte, è piacevole camminare lungo questa Avenida e scrutare da lontano la Terra del Fuoco.

 

  • MUSEO REGIONAL DE MAGELLANES: questo museo si trova all’interno di una residenza coloniale e ospita una raccolta di testimonianze della storia locale e della dominazione spagnola.

 

  • MIRADOR: Sopra l’Avenida Espana, c’è un bellissimo mirador sull’intera città e sullo Stretto di Magellano. Sul pavimento, è disegnata una grossa bussola, mentre ai lati ci sono dei cartelli che indicano diverse destinazioni nel mondo con le relative distanze da Punta Arenas.

 

[ Il mirador ]

 

  • MUSEO NAO VICTORIA: questo museo, che dista 5 km da Punta Arenas, testimonia le spedizioni di Magellano e di altri esploratori attraverso le riproduzioni delle loro imbarcazioni. A mio avviso, è una delle attrazioni da non perdere durante una visita a Punta Arenas e ve ne parlo meglio qui: Museo Nao Victoria, sulle rotte di Magellano.

 

[ Museo Nao Victoria ]

 

  • ESCURSIONI: l’escursione più popolare è quella al Monumento Natural Los Pinguinos dell’Isola Maddalena, nello Stretto di Magellano: con un’escursione giornaliera in barca, potrete vedere una colonia di 60.000 coppie di pinguini di Magellano (questi pinguini si possono avvistare anche in Argentina nella Penisola Valdes). Altrimenti potete optare per un’escursione di mezza giornata a Seno Otway, una colonia di 6000 coppie di pinguini di Magellano che dista da Punta Arenas 48 km: Seno Otway può anche essere raggiunto in autonomia.

 

[ Pinguino di Magellano ]

 

DOVE DORMIRE E DOVE MAGIARE.. E BERE UN BUON CAFFE’

Punta Arenas offre numerosi servizi ai turisti che si recano qui. Durante il nostro soggiorno a Punta Arenas abbiamo soggiornato all’Hotel Don Felipe, che si trova in centro. Come ristorante vi consiglio “Luna”: all’interno, dove potrete mangiare del buon pesce, ci sono tantissime fotografie e testimonianze di viaggiatori che sono passati di qui, alcuni dei quali sono anche partiti per l’Antartide!

Se invece volete bere qualcosa o riscaldarvi con un buon sub marino (latte con una barretta di cioccolato), vi consiglio il bar El Bodegon, che si trova vicino a Plaza de Armas, in Av. Seguel 670.

 

[ Bar El Bodegon ]

 

DINTORNI DI PUNTA ARENAS

 

  • PUERTO NATALES E TORRES DEL PAINE: Puerto Natales dista da Punta Arenas 250 km ( circa 3 ore di bus) e da Puerto Natales si può raggiungere il celebre Parco Nazionale Torres del Paine. Ve ne parlo qui: cosa fare al Parco Nazionale Torres del Paine.

 

 

[ Il Parco Nazionale Torres del Paine ]

 

  • TERRA DEL FUOCO: Punta Arenas è separata dalla Terra del Fuoco dallo Stretto di Magellano. La Terra del Fuoco è l’estremità meridionale del continente americano: divisa a metà tra Argentina e Cile, ha molto da offrire ai visitatori. Qui potrete visitare il Parco nazionale Tierra del Fuego, navigare nel Canale di Beagle e raggiungere Capo Horn. Durante i miei viaggi in Sud America non ha avuto occasione di visitarla ma spero di poterlo fare un giorno!

 

  • ANTARTIDE: il viaggio della vita! Potrete vedere balene, foche e pinguini in un paesaggio surreale, i ghiacci del Polo Sud. L’Antartide può essere raggiunto con delle escursioni organizzate da agenzie di Punta Arenas o Ushuaia. Le guide turistiche consigliano di visitare l’Antartide tra ottobre e marzo, durante l’estate australe. Tuttavia, resta uno dei viaggi più costosi: le crociere hanno un prezzo che può variare dai 7.000 $ fino a 70.000$! Per un’esperienza davvero indimenticabile, date un’occhiata alle spedizioni di National Geographic Expeditions.. Sognare non costa nulla!

 

Ti potrebbero interessare anche:

 

CILE DEL NORD

 

PATAGONIA CILENA

 

PATAGONIA ARGENTINA

 

CONSIGLI UTILI 




 

 
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.